Difesa alberi – LATIFOGLIE attaccate da METCALFA

METCALFAÈ un insetto polifago, di recente introduzione in Italia (la prima segnalazione è del 1979), che può vivere su ben 200 specie vegetali arbustive, ornamentali, frutticole ecc. e non avendo antagonisti naturale continua la sua espansione.

Le nascite sono scalari, e gli stadi giovanili compaiono dalla seconda metà di maggio. L’attacco è facilmente visibile per l’abbondante strato di cera bianca che avvolge le larve.

In assenza di piogge, la melata è preda di “fumaggini” che marcano tutti gli organi vegetali.

In estate c’è una elevata produzione di melata, che spesso rende disagevole utilizzare aree verdi, parchi, giardini, e marciapiedi.

Nelle aree urbane l’infestazione interessa viali, giardini, aiuole. Inoltre l’adulto può creare fastidi entrando nelle case.

Compie una generazione all’anno. Sverna come uovo, riparato nelle screpolature della corteccia. Lo sviluppo si completa in due mesi; gli adulti compaiono da luglio in poi.


Metcalfa pruinosaAttacco su foglie
LOTTALa lotta chimica dovrebbe essere relegata alle coltivazioni in campagna, e alle aiuole utilizzando l’Imidacloprid, quando inizia a comparire la pruina biancastra, di solito nella seconda metà di giugno

Sulle piante adulte è consigliabile ricorrere alla endoterapia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *