Domande e risposte – Gennaio 2015

Qui trovi le domande e risposte di Gennaio 2015. Utilizza il form in fondo alla pagina per fare la tua domanda.

INSETTI NON  IDENTIFICATI
Salve. Vivo a Santo Domingo. Oggi ho notato nell’intersezione tra le strisce di sostegno in legno del materasso e la striscia di acciaio dove poggiano e proprio su quest’ultima , come una sabbia , ma composta di tanti granelli diciamo cilindrici e non sferici intorno ad 1 mm, ma veramente tanti , color sabbia e credo anche duri, spaventato ho ripulito per bene con un pennello il tutto e lavato e disinfettato il tutto con cloro , il materasso a prima ispezione sembra pulito ho solo trovato forse un pezzo marrone piccolo che potrebbe essere una parte di un coleottero , come 2 o 3 mm  e solo questo, cosa potrebbe essere? posso stare tranquillo dopo questa pulizia? devo spruzzare baygon o qualche prodotto similare per scarafaggi?
Mario – 19/01/2015
Difficile definire bene di cosa si tratta. In ogni caso un intervento con piretro è la soluzione migliore. Dovrebbe inviarmi una buona foto e dirmi se sente “odore”. Controlli comunque con un buon aspirapolvere l’eventuale presenza di insetti.

TOPO
Buongiorno, ho in cantina una piccola scorta di pasta e farina da sempre. Ora deve esserci un piccolo topo che mi ha rosicchiato la carta della pasta e della farina con piccoli buchini in qualche angolo, posso ancora utilizzarla? Grazie
Grazia -Torino – 07/01/2015
Di solito il topolino domestico non porta malattie, ma probabilmente all’interno dei sacchi ha lasciato deiezioni e quindi non dovrebbe utilizzarla.

PSOCOTTERI
Salve,  dallo scorso inverno abbiamo notato dei minuscoli puntini beige che camminavano soprattutto sui mobili in legno e sulle scatole di carta,si nascondevano tra le giunture o negli armadi.penso si tratti di acari.in casa non abbiamo riscaldamenti e l’ anno scorso pioveva spesso e l’ umidita’ era tra il 60% e il 70%. Quest’ anno sono ricomparsi anche se non tantissimi. Abbiamo arieggiato spesso,  usato stop insetto e pulito quotidianamente.siccome ho comprato casa e in estate mi dovro’ trasferire cosa possono fare per non portarli con me? Sto impazzendo, grazie
Roberta – 02/01/2015 – Agrigento
Dalla descrizione penso si tratti di psocotteri. Ho scritto molte volte rispondendo su questo problema.
Nel cambio casa, si preoccupi di lavare tutta la biancheria e indumenti. I mobili vanno passati con un buon aspirapolvere con filtro antiacaro. Se nella casa nuova riuscirà ad evitare umidità il problema sarà risolto.

TARLI E INFESTANTI
Trovo interessantissimo leggere i i quesiti posti e le relative risposte. Attraverso di essi imparo tante cose di un mondo a .me sconosciuto e che avrei preferito rimanesse tale. Purtroppo anche io ho problemi di tarli con scleroxerma. e pyemotes. Cosa fare? Mi aiutate? Grazie.
Stella – 01/01/2015
Il problema sono i tarli dei mobili: l’acaro pyemotes e l’imenottero scleroderma domesticum vivono solamente se ci sono tarli (loro cibo) e se presenti nell’ambiente attaccano anche l’uomo.
I due infestanti sono diversissimi: facile debellare l’insetto più difficile l’acaro.
La prima cosa da fare è un intervento CONTEMPORANEO controi tarli e contro gli infestanti. Dopo un paio di passaggi con un buon aspirapolvere dotato di filtro antiacaro, serve un buon prodotto per cominciare:  una disinfestazione con una bomboletta autosvuotante (tipo Dobol fumigante, o altre, seguendo bene le indicazioni in etichetta, da eseguire preferibilmente lun locale per volta). Subito dopo chiuda i buchi dei tarli con una cera (ce ne sono varie in commercio) così da verificare se entrano od escono acari e scleroderma: in questo caso ripeta l’intervento nel locale).
Un controllo definitivo sugli acari dovrà farlo in maggio giugno quando, se ancora presenti, usciranno per accoppiarsi.
Se ci sono mobili molto tarlati li esponga al freddo: una settimana sotto zero spariranno.

Un pensiero su “Domande e risposte – Gennaio 2015

  1. Salve. Da qualche giorno ho notato che nel lavandino del bagno si manifestano dei minuscoli insetti, lunghi circa 0,5 cm, sottili come un ago e con un minuscola testa nera (è principalmente grazie a questa che li ho notati, perché il colore dell’insetto stesso e assai simile a quello del lavandino, ossia bianco, appena tendente al giallino…e poi si muovono talmente a rilento che è davvero difficile accorgersi della loro presenza). Al momento li ho trovati sempre nella zona in cui sono posizionati i rubinetti, e credo che provengano dalla fessura che c’è tra il lavandino e la parete. Cosa sono di preciso? Ma soprattutto, come me ne libero? Pensavo di sigillare l’attaccatura tra il lavandino e la parete con il silicone, ma anche così, i vermi potrebbero venir fuori da sotto il lavandino.
    Grazie mille

    Fabio da Palermo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *