Domande e risposte – Gennaio 2014

Qui trovi le domande e risposte di Gennaio 2014. Utilizza il form in fondo alla pagina per fare la tua domanda.

PSOCOTTERI
Salve. Ho letto i consigli indicati per combattere gli psocotteri. Chiedo se può essere utile pulire con bicarbonato, sembra ne inibisca la proliferazione, riducendone anke le uova. Inoltre mi sembra che questi piccoli esseri bianchi preferiscano insediarsi tra gli interstizi di mobili e legno (penso depositino lì le uova): chiedo quale prodotto utilizzare per agire efficacemente in questi interstizi, considerato che ho provato ad usare il “vaporetto” ma, oltre al rischio di danneggiare il legno, non sembra efficacissimo….riappaiono dopo poco. Cosa ne pensate del “vaporetto”?? Non sono convinto della efficacia dell’utilizzo dell’aspirapolevere, sia pur con filtro idoneo: gli “esseri” vengono realmente intrappolati nel filtro? Di sicuro non muoiono, e c’è il rischio di diffonderli in tutta la casa….. Anche la “sanificazione” dell’ambiente mi sembra poco efficace: non ci sono muffe, garantito, faccio areare moltissimo, utilizzo normale dei termosifoni……! gli “esseri” sono sempre lì….. Infine chiedo se ci sono stati casi di persone che sono riusciti a risolvere il problema, COME ci sono riusciti e con quali TEMPISTICHE. Grazie
Roberto – 27/01/2014
Gli aspirapolvere ad acqua sono sicuri. Si utilizzano spesso abbinati ad un filtro Hepa che li rende impermeabili ad acari e alle loro parti (ali, zampe ecc.).
Il bicarbonato è, secondo me, un palliativo. Spesso si utilizza il borotalco o acido borico (messo in scatolette bucate, per eliminare anche le lepisme oltre che le formiche).
Il vaporetto richiede una spiegazione: l’umidità che lascia può favorire il successivo aumento della popolazione di psocotteri, nel caso non venga eliminata del tutto. C’è un accessorio che porta la temperatura a un valore più alto con aria secca (viene spesso utilizzato anche contro le cimici).
Resta ancora la classica soluzione di ridurre la umidità (deumidificatore o arieggiamento dei locali: l’umidità deve scendere sotto il 50% per qualche giorno. Si misura con l’igrometro, uno strumento facile da trovare e di poco prezzo) e  eliminare le muffe (um prodotto adatto è MUFFA STOP), spesso le muffe si trovano dietro i mobili e in cucina.
Si completa con il passaggio dell’aspiratore. Molte persone ahho ottenuto un risultato stabile. Continua a leggere